PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 per progetti di Ricerca Industriale.

Decreto Direttoriale 13 luglio 2017, n. 1735, per il finanziamento di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 aree di specializzazione individuate dal Programma Nazionale per la Ricerca (PNR) 2015-2020.

pdf
print
email
 
Apertura bando

27 Luglio 2017

Scadenza bando

09 Novembre 2017

Oggetto e finalità

L’obiettivo del presente bando è quello di finanziare progetti di Ricerca Industriale e non preponderante Sviluppo Sperimentale nelle 12 Aree di specializzazione, di seguito definite: 1) Aerospazio; 2) Agrifood; 3) Blue Growth; 4) Chimica verde; 5) Cultural Heritage; 6) Design, creatività e Made in Italy; 7) Energia; 8) Fabbrica Intelligente; 9) Mobilità sostenibile; 10) Salute; 11) Smart, Secure and Inclusive Communities; 12) Tecnologie per gli Ambienti di Vita.

Gli interventi dovranno svolgersi nei territori del Mezzogiorno, tuttavia, in attuazione dell'art. 70 del Regolamento (UE) 1303/2013, una quota delle risorse PONRI è destinata a finanziare attività che potranno svolgersi anche nelle restanti regioni del Centro-Nord purché sia dimostrato il beneficio per i territori del Mezzogiorno in termini occupazionali, di capacità di attrazione di investimenti e competenze, di rafforzamento della competitività delle imprese e di valorizzazione dei risultati della ricerca.

Soggetti Beneficiari
Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando: a) le Imprese (PMI e Grandi Imprese), partecipanti in forma singola o associata; b) le Università; c) gli Enti pubblici di ricerca di cui all'articolo 1 del Decreto Legislativo n. 25 novembre 2016, n. 218; d) altri Organismi di ricerca pubblici e privati, in possesso dei requisiti di cui al Regolamento (UE) n. 651/2014; e) le Amministrazioni Pubbliche; f) ogni altro soggetto, in possesso dei requisiti previsti dal presente Avviso, ai sensi dell’articolo 5 comma 1 del D.M. 593/2016. • A pena di esclusione, le imprese, partecipanti in forma singola o associata, devono risultare regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle imprese entro e non oltre il 1° luglio 2016 nonché essere dotate di personalità giuridica. Parimenti, entro e non oltre la medesima data, gli Enti Privati di Ricerca devono essere dotati di personalità giuridica. • A pena di esclusione, gli Organismi di ricerca devono risultare regolarmente costituiti, nelle forme prescritte dalla legge, entro e non oltre il 1° luglio 2016.
Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese, suddivise per Attività di Ricerca Industriale e Attività di Sviluppo Sperimentale: 1) Attività di Ricerca Industriale: Spese di personale, Costi degli strumenti e delle attrezzature, Costi dei fabbricati, Costi dei terreni, Costi della ricerca contrattuale, delle competenze tecniche e dei brevetti, Spese generali supplementari, Altri costi di esercizio. 2) Attività di Sviluppo Sperimentale: Spese di personale, Costi degli strumenti e delle attrezzature, Costi dei fabbricati, Costi dei terreni, Costi della ricerca contrattuale, delle competenze tecniche e dei brevetti, Spese generali supplementari.

Massimo valore contributo

Le risorse finanziarie attivate con il presente bando ammontano a 497 milioni di euro. Il budget complessivo utilizza risorse del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 per 327 milioni di euro e del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione per 170 milioni di euro. Ciascun Progetto deve prevedere un totale di costi complessivi ammissibili, come esposti in domanda, compresi tra un minimo di 3.000.000,00 (tremilioni) di euro e un massimo di 10.000.000,00 (diecimilioni) di euro. Il Progetto deve prevedere lo sviluppo di attività di Ricerca Industriale e di non preponderante Sviluppo Sperimentale. L’ammontare totale dei costi ammissibili di Ricerca Industriale deve prevalere sull’ammontare totale dei costi ammissibili di Sviluppo Sperimentale. Una quota non inferiore al 20% (venti per cento) dell’ammontare totale dei costi di cui al comma 1 deve essere sostenuta direttamente da Università e/o Enti Pubblici di Ricerca di cui al D.M. 593/2016.

 

Intensità del contributo

I Progetti sono ammessi all’agevolazione nella forma del contributo alla spesa, nel rispetto delle seguenti intensità di aiuto: a. Ricerca Industriale: nel limite massimo del 50% (cinquanta per cento) dei costi considerati ammissibili; b. Sviluppo Sperimentale: nei limiti del 25% incrementabile sino ad un massimo del 50% per le PMI e del 40% per le Grandi Imprese, nel rispetto delle condizioni di cui all’articolo 25, commi 6 e 7 del Regolamento (UE) 651/2014; in misura pari al 50% per tutti gli altri soggetti ammissibili di cui all’articolo 4, comma 1 dell’Avviso.  

 
Per informazioni relative ai bandi contattare:
 
CONTATTI

ITALY

Piazza Buenos Aires 20, Roma, 00198 | Tel. 06 - 999.232.27 | Fax. 06 - 233.234.380 | Email:

   Le immagini utilizzate sono state gentilmente fornite dall'Artista Luigi Recchi | www.luigirecchi.it

NEWSLETTER

Normativa sulla PRIVACY

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, privacy policy.

  Accetto i cookie di questo sito.